LE ISTITUZIONI LITIGANO ED I CITTADINI NAPOLETANI NE PAGANO LE CONSEGUENZE. di Raffaele Pirozzi

LE ISTITUZIONI LITIGANO ED I CITTADINI NAPOLETANI NE PAGANO LE CONSEGUENZE. di Raffaele Pirozzi

Il prefetto di Napoli, circa un anno fa,partecipando ad un'audizione indetta dalla Commissione Parlamentare Istituzionale affermò”Il codice della strada a Napoli non è rispettato e non si capisce chi lo debba far rispettare”.

Immediata la replica dell'Assessore competente del Comune di Napoli - Mola- che, il giorno dopo l'audizione ci tenne a precisare che le considerazioni fatte dal prefetto Pansa non erano dirette al corpo dei Vigili Urbani.

Oggi, dopo le giuste e legittime considerazioni del Questore di Napoli, le osservazioni dell'attuale Assessore del Comune di Napoli alla Polizia Urbana, le deliranti affermazioni del Sindaco di Napoli e la parziale “marcia indietro” dello stesso Questore sembra che i problemi siano risolti.

In realtà la città non è amministrata, le forze dell'ordine sono parzialmente e svogliatamente presenti nella periferia e nella provincia ed i Vigili Urbani della città e dei comuni limitrofi continuano a latitare ed i cittadini sono le vere vittime di questo “caos”.

Allora, chiarita la diatriba tra le Istituzioni i problemi sono risolti? Nò è tornato come e peggio di prima “Si tira a campare senza che nulla venga modificato”.

 

Napoli,18/08/08