Canicattì-centrodoc.it .Aggiornamenti del Dott. G.Brancato

Rieccoci al consueto appuntamento mensile per fornirVi qualche notizia relativa al lavoro da me eseguito sul sito nello scorso mese di Maggio.v

Mi rendo conto di essere parecchio in ritardo, ma un soggiorno di otto giorni a Canicattì e il completamento della scannerizzazione di ben quindici annate del periodico canicattinese “La Torre”, non mi hanno consentito di scriverVi prima.

EccoVi molto sinteticamente le novità del predetto mese di Maggio 2008:

- una “chicca” è costituita dalle foto di Carmen Augello che ritraggono uno scudo, esistente nella parte superiore del portone della cadente Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo(Badia), raffigurante la Madonna con il Bambino e le Anime del Purgatorio;

- una corposa raccolta di scritti su Vito Soldano curata da Pietro Candiano;

- di Gabriella Portalone Gentile abbiamo pubblicato il testo di storia “Dalla classe alla nazione”;

- quattro elevate “Conferenze sul pensiero di Calogero Angelo Sacheli” ci consentono di capire appieno l’importanza del nostro illustre concittadino nella storia della filosofia;

- nel simpatico testo dell’Avv. Domenico Cigna intitolato “In automobile” è compresa una lettera dell’Autore indirizzata all’Avv. Sanmartino e la risposta datagli da quest’ultimo;

- con la pubblicazione del primo volume del testo “La posizione di San Girolamo nella storia della cultura” abbiamo completato l’importante opera del nostro beneamato concittadino Mons. Angelo Ficarra;

- il testo “Le devozioni materiali – Psicologia popolare e vita religiosa in Italia” dello stesso Mons. Angelo Ficarra mette a nudo e condanna forme e riti, spesso privi di contenuti spirituali, osservati dal popolo cristiano;

- una tesi di laurea su “La nuova chiesa di San Calogero” dell’Arch. Teresa Parla;

- altra tesi di laurea su Vincenzo Macaluso (della Dr. Laura Corsello), arricchita di interessante documentazione;

- ancora una tesi di laurea – degli Architetti Agostino e Raimondo Curto – sul Molino Pastificio Acquanuova e sul Molino idraulico di Corrici di sotto (quanto prima l’elaborato sarà completato del materiale documentario e illustrativo che è già in nostro possesso);

- grande interesse suscita la tesi di laurea su Vito Soldano dell’Arch. Maria Rinallo, ricca di elaborazioni e di immagini;

- interessanti il saggio “La mafia, la Sicilia e Leonardo Sciascia” di Angelo Lo Verme e la sua raccolta di poesie dal titolo “Impressioni”;

- gradevole il testo in dialetto “Antichi usanzi canicattinisi” di Calogero Sardone, che ci diletta con i suoi vivissimi ricordi, per la maggior parte in versi, delle varie feste religiose di Canicattì e di altri fatti ed eventi dallo stesso vissuti nel nostro paese;

- le due statuine in cartapesta di San Calogero, facenti parte della produzione di Masciu Marsioni Liuni, richiamano alla nostra memoria la risposta data dallo stesso in maniera chiaramente stizzita al tizio che con insistenza gli chiedeva Zi’, quantu costa ssu pupu?: Ci abbatti cu lu pupu, chissu è san Calo’!;

- le immagini inserite spaziano dallo stemma della Famiglia Bonanno ad una casa di Via Cappuccini che presenta le caratteristiche di una chiesa, dalla masseria di Cazzola alla demolizione della stazione degli autobus già esistente nel Largo Aosta, dalla “fontana” della piscarìa ai “pupazzetti” dell’Avv. Domenico Cigna e dell’Avv. Salvatore Sanmartino, da tredici cartoline del Teatro Sociale ad alcune affascinanti buste della metà dell’Ottocento, da sei belle cartoline della Villa Ferriato al passaggio da Canicattì del Re Vittorio Emanuele III, da una caricatura dell’Avv. Giovanni Guarino Amella all’esposizione domenicale dei prodotti dei figuli dei paesi vicini; dalle Elezioni politiche del 1929 ad una tessera del Fascio di combattimento di Canicattì, dalle Elezioni amministrative del 10 marzo 1946 ad un uomo con la birritta;

- una mia raccolta di nomignoli (“numinaggia”) canicattinesi.

In tutto 43 titoli e 105 inserimenti.

Vi lascio ad una (sperabilmente) piacevole navigazione, Vi auguro il bene che ciascuno di Voi desidera e Vi porgo i più cordiali saluti.

Giuseppe Brancato

www.canicatti-centrodoc.it/