VINCENZO SENA ritorna a scrivere sul PUNTO.......

 

-------che bello,finalmente!

Dopo quattro anni di silenzio  e di assoluto "fermo parola", mi ritrovo a scrivere le mie "memorie" e riflessioni, le osservazioni inacidite e piene di furie contro tutto e tutti ( coi tempi che corrono) a ruota libera, come sempre.

Il problema è come cominciare, da dove, cosa affrontare per primo: tanti ed urgenti si presentano al mio cervello gli argomenti e le cose locali , regionali, nazionali e, diciamolo pure , a livello globale.

Ma io, dopo tutto, non ho mai avuto ambizioni tuttologhe e inerenti situazioni e problematiche di cui  sono solo frettolosomante  o superficialmente   e  approssimamente informato.

 Preferisco  partire sempre dal solido e se possibile dall'esperienza personale e diretta delle cose.

 Così, sono meglio informato e senza tema di essere smentito, anche se non credo di essere stato mai assolutista ed esente da sviste o cantonate, anche quando di certe cose sono diretto testimone oculare.

Parlo sempre a ragion veduta e quando riferisco cose dette da altri, o sono ampiamente verificate o si tratta di notizie e  fatti  provenienti da fonti sicure ed affidabilissime.......

.......allora ! tanto per non sbagliare, viste le premesse e per essere il più breve possibile, parto da ciò che mi è più vicino e sui medico ed impreco da tutti questi quttro anni che sto zitto.

La sporcizia che impera per lungo e per largo, i rifiuti in generale, l'ormai conslidata inciviltà di molti canicattinesi, che facendo finta di niente, buttano sacchetti di immondizie per strade di campagne e periferie, come se nulla fosse e.... novità delle novità . da un paio d'anni, il servizio della raccolta differenziata nel nostro paese.

Cosa che a molti sembra una "presa per il culo", visto che si ha il sospetto

non infondato che tutto finisce all'ammasso, senza alcuna reale differenziazione dei sacchetti che con pazienza nelle nostre case ci sforziamo di differenziare . 

Che dire di più, appunto, per non farla troppo lunga?

A me viene da fare un  piccolo e lapidario commento.

Siamo di fronte a una "truffa", bella e buona, o siamo troppo diffidenti ( lo siamo diventati per colpa dei politici con non parlano più tra il pubblico o al pubblico) e, non conoscendoli più come una volta,  fanno solo la figura dei furbetti che fregano la povera gente di cui hanno chiesto solo i voti per poi fuggirsene chissà dove?

Nota bene. Nel passato a questo  punto avrei schiaffato quattro belle foto a testimonianza dei quanto detto. Ma, chi non conosce  così bene la situazione che ha bisogno delle foto per credere alle mie parole?

 

Canicattì, 20 marzo 2018