MICRO MEGA: news letter

 

 

La guerra del Sacro – terrorismo, laicità e democrazia radicale

Il 14 gennaio 2016 esce il nuovo libro del direttore di MicroMega Paolo Flores d’Arcais
Cortina editore, pp.248 euro 15

Uno dei problemi cruciali e più drammatici della nostra epoca, nella prospettiva di una sinistra illuminista, egualitaria e libertaria, contro le ideologie pseudo-progressiste del multiculturalismo e del politically correct, che sacrificano i diritti della donna, dell’eresia e del pensiero critico (calpestati da troppo islam con la connivenza degli establishment) all’idolo oscurantista delle “diversità culturale”. Regalando la bandiera repubblicana e il consenso ai nemici irriducibili di “liberté, égalité, fraternité”, le destre fasciste e razziste di ogni lepenismo, comunque si mascheri nei diversi paesi.

PRIMO PIANO

Renzi dimissioni! Chi non le chiede acconsente
di Paolo Flores d'Arcais
Non era “Scherzi a parte”. Era proprio “la Leopolda” dove Renzi ha tenuto il suo osceno spettacolo/gogna contro i giornali. Un'aggressione alla libertà di stampa degna della Turchia di Erdogan. Un premier che in tali pratiche si ingaglioffisca deve andarsene subito. Ecco perché è necessario che chi ha voce pubblica dica: BASTA! Renzi a casa!
PELLIZZETTI
Cosa ci insegna la Boschi Family Story

Salva-banche, Boschi deve dimettersi 
di Roberto Saviano
Lo scrittore denuncia il ministro Maria Elena Boschi e il suo conflitto d'interessi per la Banca Etruria: “Risponda e subito della contraddizione che ha visto il governo salvare la banca di suo padre con un’operazione veloce e ambigua. Lo chiederò fino a quando non avrò risposta”.
SCANZI
La Boschi, il papà e il caso Banca Etruria

FILOSOFIA - IL RASOIO DI OCCAM

Istituzioni e Libertà. Su “Il diritto della libertà” di Axel Honneth di Pierfranco Pellizzetti
Nell'ultima fatica di Honneth tradotta in italiano il nesso fra libertà soggettiva e oggettiva torna a essere profondamente interrogato. Un tema classico del pensiero occidentale che merita di essere riattraversato, specie in conseguenza dell'erompere della rivoluzione neoliberista e del rovesciamento dell'ordine di priorità fra privato e pubblico che essa ha comportato.

ARTICOLI

 

La Germania legalizza la polizia islamica?
Nel 2014  a Wuppertal sono iniziate ronde di islamici salafiti con indosso giubbetti targati "Sharia police" che invitavano ad astenersi da alcol, droghe, scommesse, pornografia e a frequentare la moschea. Oggi il tribunale della città ha deciso che l'intervento dei "poliziotti della sharia" non è punibile perché non avrebbero avuto effetti intimidatorii sulla popolazione. 

“Aborto farmacologico in day hospital e consultori”. Appello medici a Lorenzin
L’Associazione Medici Italiani Contraccezione e Aborto (AMICA) chiede al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin “di adoperarsi per rendere accessibile l’interruzione volontaria di gravidanza con il metodo farmacologico in regime di Day Hospital e, quando possibile, nei consultori familiari e nei poliambulatori, come previsto dall’articolo 8 della legge 194. E non, come oggi avviene nella maggior parte dei casi, in regime di ricovero ordinario”.

Di cosa si occupano gli economisti?  di Guglielmo Forges Davanzati
La riforma dell’Università italiana, e il suo sottofinanziamento, hanno accentuato l’egemonia del mainstream liberista e contribuito al proliferare di studi caratterizzati dall’espulsione di qualunque elemento politico dal discorso economico e dalla sostanziale irrilevanza dell’oggetto di studio. Una galassia di teorie che spesso si traducono in esercizi autoreferenziali o bizzarri, nella convinzione che l’Economia sia una scienza nell’accezione della Fisica Teorica.
“Imam e gay: la mia rivoluzione nell’Islam”  intervista a Ludovic-Mohamed Zahed di Luca Tancredi Barone
Guida spirituale e gay. A Parigi ha fondato la prima moschea inclusiva in Europa perché “se oggi fosse vivo, Maometto sposerebbe le coppie gay, l’Islam e l’omosessualità sono compatibili. Né Allah ha mai condannato identità sessuali alternative”. Un dialogo a tutto tondo con un personaggio che sta scuotendo dall’interno la comunità islamica.
Di che cosa parliamo quando parliamo di umanità  di Stefano Rodotà
A centocinquant’anni dalla morte di Pierre-Joseph Proudhon, una riflessione sul significato di un termine che talvolta viene usato del tutto impropriamente. Il filosofo e anarchico francese temeva che la parola celasse l’intenzione di ingannare. D’altronde, se ben adottata, è un’espressione che può sottrarci a forme di sopraffazione.
“L’utero in affitto non è un diritto”
“Diciamo no a chi vuole un figlio a tutti i costi”. Pubblichiamo il testo di un appello contro la pratica dell’utero in affitto promosso dalle donne di “Se non ora quando”.
SARACENO
Gestazione surrogata. I diritti dei bambini e dei genitori
Turchia, l’Akp dal ‘pluralismo’ all’unanimismo autoritario  di Lea Nocera
Arrivato al potere in Turchia nei primi anni Duemila come forza politica ostile al nazionalismo autoritario kemalista, l’Akp di Erdogan si è trasformato nel corso del tempo in partito della ‘stabilità’ e della nazione. Abbandonando l’originaria retorica pluralista in favore di un unanimismo nazionalista che respinge ogni alterità come fattore di disturbo e di pericolo.
D'ORSI Crimini e misfatti: la Turchia di Erdogan
Paolo Sylos Labini: un intellettuale economista  di Joseph Halevi e Furio Colombo
Nel decennale della scomparsa, il 7 dicembre, ricordiamo il grande economista pubblicando due estratti dal volume "
Paolo Sylos Labini. Economista e cittadino " (Sapienza Università Editrice). 

Ilva, una strage di Stato impunita e senza fine  di Antonia Battaglia
Mentre Peacelink ha appena presentato un ennesimo dossier sui veleni emessi dallo stabilimento siderurgico tarantino, governo Confindustria e una gran fetta d’imprenditori e stampa italiana continuano a sposare la causa dell’Ilva, dando per scontata l’immolazione di altre centinaia di morti e malati.

Scalfari e l’arte della mediazione  di Angelo Cannatà
“La Repubblica del Corriere” è quel che rischia di diventare il quotidiano di Largo Fochetti se Scalfari non lo riporta ai principi fondanti mostrandone – domenica dopo domenica (ha già cominciato) – l’anima al neo direttore Calabresi. Non si tratta di dettare la linea, ma di tenere bene in vista un’idea di giornalismo, non prono al potere, e una certa idea di Paese.
BLOG


MAURO BARBERIS - Front National: il quinto spettro e un flop annunciato
Certo non sarebbe scoppiata la guerra civile, se domenica sera il Front National avesse conquistato qualcuna delle tredici macro-regioni in palio al secondo turno. Per cercare di m...

MATTEO PUCCIARELLI - Salvate l'astensionista
Sono sempre stato un elettore di sinistra. Mai sgarrato una volta, neanche alle Comunali. Non per fedeltà ad un partito, non per moda né per interesse: per convinzione. Lotta alla ...

CARLO CORNAGLIA - Zero virgola
Che alla fine dell’attesa sia arrivata la ripresa sembra l’esagerazione del ducetto fanfarone. Censis, Istat ed affini sono molto sibillini, ma coi numeri che danno dicon che resta...

NICOLA VALLINOTO - Contro Le Pen Orban Salvini Farage e Grillo: unica risposta gli Stati Uniti d'Europa
Come ampiamente previsto le elezioni regionali in Francia hanno registrato la vittoria del Fronte Nazionale che, con quasi il 30% dei consensi, diventa il partito più votato supera...

MARIA MANTELLO - L’8 dicembre, l’Immacolata Concezione, tra paganesimo e controllo sociale
Non da seme, ma da “soffio mistico” Apuleio, nelle Metamorfosi ci presenta questa apparizione: «Una massa di capelli folti leggermente ondulati, si allargava ovunque sulla divina n...

PANCHO PARDI - Il G7 al Parco di San Rossore? No, grazie
Verrebbe da dire: incredibile ma vero. Invece no, credibile e vero: il presidente del Parco di San Rossore, sulla costa pisana, scrive a Renzi per candidare il Parco come "location...

ALESSANDRO ROBECCHI - Lezione numero 1: non leggete questo titolo
Altro che partito della Nazione: il professor Marco Parma, preside in Rozzano, ha rischiato di far nascere il Partito Unico Definitivo. Contro di lui si sono schierati tutti: la de...

CARLO FORMENTI - I drogati del web
Negli ultimi anni abbiamo assistito ai clamorosi “pentimenti” di alcuni guru della cultura digitale, alcuni dei quali – folgorati dall’improvvisa consapevolezza dei danni psicologi...

IN EDICOLA MICROMEGA 7/2015

L'Europa in debito di sinistra ” è il titolo del nuovo numero di MicroMega in edicola, libreria, eBook e iPad.

Il sommario | Acquista l'eBook su: Amazon | iTunes | Bookrepublic