Presentazione a "La Campora" di Buenos Aires libro di Agostino Spataro sulla Libi

 


"NELLA LIBIA DI GHEDDAFI" DI A. SPATARO PRESENTATO IERI A "LA CAMPORA" DI BUENOS AIRES

L`incontro, al quale hannopartecipato quadri dirigenti del circolo ""La Campora- Templanza", e`stato coordinato dal responsabile politico Enrique Aurelli e aperto da una puntuale prolusione di Nicolas Doljanin, giornalista e scrittore recentemente insignito del prestigioso Premio per la letteratura della Casa de las Americas. Spataro ha tratteggiato le linee generali del libro, analizzato la disastrosa (e prevedibile) realta` attuale della Libia ed evidenziato le gravi difficolta`createsi nei suoi rapporti con l`Europa e in particolare con l`Italia, suo privilegiato partner commerciale ed economico.
 Dalla guerra in Afghanistan a quella in Iraq, dalla grave ingerenza in Libia alle scorrerie devastanti dell`Isis in Siria e in Iraq, allo Yemen, ecc, l`intera regione mediorientale e mediterranea e`stata destabilizzata, sconvolta e divenuta fonte di esodi incontrollati di milioni di profughi, di emigrati orientati verso l`Europa. E`possibile invertire la pericolosa rotta, lavorando per una nuova politica di pace e di cooperazione nel Mediterraneo e nel M. O., riprendendo l`ìspirazione della politica estera unitaria italiana degli anni `70 e 80.
Nella discussione sono intervenuti diversi partecipanti che si sono soffermati sulle connessioni possibili fra la realta` trattata dal libro e il contesto globale mondiale, con partticolare riferimento all`America del Sud dove sono in corso interessanti processi di cambiamento all`insegna della partecipazione democratica e dell`inclusione sociale. In Argentina, questo processo e`andato avanti nel corso dei 12 anni di governo dei Kirchner, oggi e`al centro del duro confronto fra il centro-destra del Frente Cambiemos di Mauricio Macri e Frente para la Victoria del peronisya Daniel Scioli che vanno al ballottaggio del 22 novembre. (a.s.)

P.S. "La Campora" e` l`Associazione della sinistra peronista vicina alla presidenta Cristina Kirchner, ed ha come leader di riferimento Maximo, figlio di Cristina, e Axel Kicillof attuale ministro dell`economia.