FSU ( Foro Sociale Urbano). COMUNICATO STAMPA

FORO SOCIALE URANO
Comunicato stampa del 2/09/2012
 Domenica, 02 Settembre 2012
Napoli, benvenuti al FSU : abitanti alla riscossa per i beni comuni!
Più di 40 diverse iniziative in cartellone al Foro Sociale Urbano, la prima settimana di settembre, faranno di Napoli la capitale mondiale delle lotte per il diritto alla città dei beni comuni, vera alternativa al Forum Urbano Mondiale di ONU-Habitat, ennesima fiera-mercato del futuro delle città in crisi.
In questo modo, il Comitato promotore FSU, costituito dalle principali reti internazionali per il diritto ad abitare e le organizzazioni locali e nazionali, ha già vinto la sfida di un Foro totalmente autogestito e autofinanziato.
Il benvenuto della città sarà dato il 2 dagli incontri a Scampia e Giugliano, ai quali parteciperà Raquel Rolnik, Relatrice Speciale delle Nazioni Unite per il Diritto alla Casa, che prenderà nota delle violazioni di questo diritto di cui sono vittime gli abitanti di questi quartieri popolari, in particolare i poveri e i rom.
Di seguito, tutto lo spazio del FSU sarà aperto agli scambi di esperienze di lotta e di alternativa, oltre che all'analisi puntuale dei meccanismi alla base della distruzione dei territori, in particolare la speculazione fondiaria, l'accaparramento delle terre e la privatizzazione dei beni comuni, a causa delle ricette sbagliate del neoliberismo per uscire dalla crisi.
Su questi temi, l'apertura del 3 è affidata al dialogo tra Edoardo Salzano (Italia), fondatore della scuola di urbanismo Eddyburg.it, e Dimitri Roussopoulos (Canada), attivista di spicco del diritto ad abitare, incaricati di approfondire assieme al pubblico l'asse del FSU, cioè il diritto degli abitanti a una città che difenda i beni comuni. Una città, dei territori e dei servizi pubblici, da non mettere in vendita sull'altare degli obblighi di bilancio, perché si tratta di eredità sociali di cui usufruire soltanto per il loro valore d'uso collettivo e responsabile.
In difesa di questo paradigma, tra gli altri, un workshop tratterà gli sfratti e l'accaparramento delle terre, temi scottanti che il Tribunale – rally davanti la Fiera d’Oltremare avrà il compito di ricordare a ONU-Habitat. Incredibilmente, questa istituzione, il cui mandato politico è tra, tra gli altri, trovare delle soluzionie agli sfratti, si è infatti rifiutata di inserire questi temi nel dibattito ufficiale  del FUM.
Abitanti alla riscossa dunque, delle città e delle campagne, sempre più di fronte agli attacchi del loro ambiente da parte della globalizzazione neoliberale.
Sul fronte delle alternative, da sottolineare, tra gli altri, l'assunzione di responsabilità, mostrata dal workshop su cooperative e abitazione sociale, dove sarà presentata la proposta rivoluzionaria di costituire fondi popolari da finanziare, in particolare, con le risorse liberate dal pagamento del debito sovrano dei paesi strangolati dalla crisi.
Per difendere i beni comuni, declinando questo impegno per l'acqua, il mare, i suoli e le spiagge, il FSU porterà il valore aggiunto dei dibattiti, tavole rotonde, video, e di una passeggiata sul lungomare tra Bagnoli e Coroglio.
Un testo condiviso delle organizzazioni di abitanti, dei movimenti sociali, delle reti internazionali, redatto sulla base delle proposte elaborate dalle giornate del FSU, oltre che dalla critica al documento del FUM d'ONU-Habitat, sarà approvato dalla plenaria del 6 e presentata dalla manifestazione che riempirà lo spazio che separa i due antagonisti, fino alla Fiera d'Oltremare, e oltre.
Per chiudere, ma non all'ultimo posto, i protagonisti  del FSU si incontreranno il 7 per definire gli accordi sulle prossime tappe, in particolare, le Giornate Mondiali Sfratti Zero- per il Diritto ad Abitare, durante tutto il mese di ottobre, e la prossima Assemblea Mondiale degli Abitanti (FSM Tunisi, 23-28 marzo 2012).
Comitato Promotore FSU
Contatti:  320.2363156 - info@forumsocialeurbanonapoli.org