P. ANCONA. L'Eclissi del socialismo

L'eclisse dei socialisti e della verità

Il Bundestag si è schierato compattocon una maggioranza superiore ai due terzi dietro la Cancelliera Angela Merkel e la sua linea del cosidetto rigore e di costruzione di un complicato meccanismo politico-finanziario salva-stati con ardite acrobazie per non turbare il "mercato" e per tenere soltanto a bada e basta la speculazione finanziaria degli squali anglo-sassoni che hanno già divorato la Grecia e parte dell'Italia della Spagna e del Portogallo. La socialdemocrazia tedesca ma anche i socialisti francesi al momento della verità, al dunque, non si sono azzardati a fare una proposta diversa dal darwinismo finanziario che mangia i diritti, le famiglie, gli Stati distruggendone la sicurezza e la sovranità. I socialdemocratici tedeschi si accontentano del dumping sociale della Merkel che esige dall'Italia assieme a Draghi a Barroso ed agli altri autocrati la cancellazione dell'art.18 ma al momento conserva alla classe operaia tedesca alti salari ed un confortevole welfare. Si illudono perchè ogni perdita di potere della classe operaia italiana si riverbererà sulle altre classi operaie e quindi anche su quella tedesca. I socialdemocratici non vengono meno alla loro disgraziata tradizione storica che nei momenti cruciali della storia li vuole al carro della destra. Prima della grande guerra mondiale votarono i crediti di guerra ed elaborarono con Bernestein la folle e sconsiderata teoria che "il fine è nulla, il movimento è tutto" che non è altro che l'abiura della fede socialista. Un governo socialdemocratico fece assassinare nel dopoguerra Rosa Luxemburg e con l'aiuto dell'Esercito sterminò il movimento spartachista ed aprì la strada alla tragedia del nazismo. Oggi la guerra di classe della destra viene condotta attraverso l'uso della finanza che ricattando gli stati non più sovrani li costringe a cancellare tutte le tracce di eguaglianza contenute nelle loro Costituzioni e nelle loro leggi. I socialisti francesi gestiscono per conto della loro borghesia il negoziato che sta facendo dell'Europa un impero dominato dalle banche in cui i diritti delle persone dei lavoratori e degli stessi Stati non valgono più niente. L'Europa è dominata dalla politica della destra con la complicità dei socialisti.
Dai massmedia italiana non è possibile sapere niente. I servizi sono sepolti da una enorme melassa di elogi a quanto è bravo a quanto è scaltro a quanto è rispettato Monti. I Direttori dei grandi giornali sono preposti a questo continuo nauseante incensamento. Nessun economista che non sia rigorosamente liberista, bocconiano, friedmanniano viene consultato e dai televisori ci guarda no sempre le stesse facce che mescolano abilmente terrorismo paranoia a menzogne e ci rappresentano una realtà grottesca inesistente. Le uniche note di verità e di critica vengono da quello che è rimasto della stampa di sinistra (in qualche modo il Manifesto) e da metà della stampa berlusconiana. Viviamo immersi nella menzogna e nell'errore in un regime di censura feroce. Dalle TV non passa niente che non sia rigorosamente di fede montiana e bersaniana. La cosa che io sono riuscito a capire all'ingrosso di questa elogiata trattativa è che non si farà la Tobin Tax e che al posto della Tobin Tax ci sarà un meccanismo di contenimento dello spread che non taglierà alla speculazione neppure l'unghia del mignolo e che interverrà facendone pagare durissimo prezzo agli Stati. Monti si è affrettato a farci sapere che di questo meraviglioso marchingegno l'Italia non farà uso e questo dovrebbe allarmarci sulla sua reale natura di ordigno devastatore.
Sono davvero stufo e protesto e non vorrei più sentire parlare di quanto eravano squalificati con Berlusconi e Tremonti e quanto invece siamo rispettati riveriti e corteggiati ora con Monti. Intanto perchè sono convinto che Monti non rappresenta gli interessi dell'Italia e che la stima e la riverenza degli altri è stima e riverenza per la trilaterale e le banche che gli stanno dietro. C'è una enorme quantità di fumo ma pochissimo e bruciacchiato arrosto. Quando sarà diradata e svanita la coltre nebbiosa di menzogne che ci vengono propinate sapremo che la destra liberista ha consegnato l'Europa alle Banche e che l'Italia è stata c onsegnata da Monti ai suoi carnefici.
Pietro Ancona