Sulle prossime amministrative. Di Maurizio Ferreri

E’ bastato cosi’ poco per fare emergere lo spirito razzista xenofobo del fascista Cammalleri?

Ho assistito ad un dibattito televisivo dei candidati a sindaco, mi trovo fuori Canicatti e cerco di seguire quello che succede nel mio paese natio e devo confessare che mi diverte abbastanza.
Per uno come me, molto politicizzato guardo con molto interesse, guardo le nuove leve che purtroppo sono pochine e i riciclati.

Tornando a Cammalleri quello che gli ha fatto saltare i nervi e’ cio’ che ha sentito dal mite pope ortodosso che cosa ha chiesto un po’ di spazio per I bambini rumeni per poterli seguire meglio.
Cammalleri questo non lo tollera: non e’ possibile assicurare a dei bambini rumeni degli spazi per evitare che crescano delinquenti.

Cammalleri poi si vanta della buona e giusta amministrazione, io gia’ in premessa dico, e mi aspetto le critiche, che ho avuto sempre la convinzione che non puo’ esistere fascista buono, un fascista e’ fascista e basta, non mi dilungo su questo poiche’ e’ chiaro a tutti il giudizio.
E infatti l’amministrazione Cammalleri e’ stata una delle peggiori che ci sia stata negli ultimi vent’anni.
Ha vivacchiato, non ha prodotto null ache restera’ nella storia tanto e’ vero che alle elezioni non ha avuto il voto dei cittadini nemmeno per arrivare al ballottaggio.
Concludo con le ammucchiate di cui parla: ci vuole tanta faccia tosta!
Ha dimenticato le ammucchiate, separazioni riammucchaite, l’ultima quella che al ritiro di Carmelo Guarneri la piu’ grande ammucchiata che andava appunto dal comunista Guarneri al ragioniere LoGiudice.
Coerenza Cammalleri, coerenza.